Recensione – Crescent City. La Casa di Terra e Sangue di Sarah J. Maas

Genere: Fantasy Adult
Serie: “Crescent City”
Editore: Mondadori
Collana: Fantastica
Pagine: 708

Crescent City – La Casa di Terra e Sangue è il primo volume della nuova serie Fantasy Adult di Sarah J. Maas. La serie edita da Libri Mondadori sarà molto probabilmente una trilogia; anche se questo primo capitolo ha comunque una sua conclusione (dalle Epilogo, si intuisce che non è finita).

“Ventitré anni, mezza Fae e mezza umana, Bryce Quinlan ha una vita perfetta: di giorno lavora in una galleria d’arte e di notte passa da una festa all’altra, senza problemi e senza preoccupazioni. Quando però una brutale strage scuote profondamente Crescent City, la città in cui vive, e Bryce perde una persona a lei molto cara, il suo mondo crolla in mille pezzi lasciandola disperata, ferita e molto sola. Adesso non cerca più il divertimento, ma un oblio in grado di farle dimenticare i terribili fatti che hanno cambiato la sua vita per sempre. Due anni dopo l’imputato è finalmente dietro le sbarre ma i crimini ricominciano e Bryce è decisa a fare tutto il possibile per vendicare quelle morti. Ad affiancarla nelle indagini arriva Hunt Athalar, un famoso angelo caduto, prigioniero degli arcangeli che lui stesso aveva tentato di detronizzare. Le sue grandi capacità e la sua forza incredibile sono utilizzate all’unico scopo di eliminare i nemici del suo capo. Quando però si scatena il caos in città, Hunt riceve una proposta irrinunciabile: aiutare Bryce a trovare l’assassino e riconquistare, in cambio, la sua libertà. Quando Bryce e Hunt cominciano a scavare in profondità nel ventre di Crescent City, scoprono un potere terrificante e oscuro che minaccia tutto e tutti, e vengono travolti da una passione irrefrenabile, che potrebbe renderli entrambi liberi, se solo lo volessero.”

“Bryce disse con voce rotta: << Dovevamo effettuare la Discesa insieme, dovevamo vivere le nostre vite insieme>>. Il volto di Danika si addolcì. << Lo so, B.>>. Le prese la mano <<Ma non è andata così>>. Bryce inclinò la testa, pensando che sarebbe crollata. << Mi manchi, ogni istante della giornata>>.”

In un mondo popolato da Fae, mutaforma (lupi, serpenti etc), angeli, demoni, spiriti, e innumerevoli creature magiche, Bryce Quinlan è una segretaria di una galleria d’arte dedita alle feste, all’alcol e alle droghe, che vive con la sua migliore amica Danika, la quale è prossima a diventare capobranco dei lupi mutaforma e si occupa di assicurare la sicurezza di Crescent City. Quando Danika e il suo branco vengono trovati misteriosamente assassinati, Bryce ha un crollo emotivo e precipita nel più profondo degli abissi. Due anni dopo, un nuovo omicidio con le stesse modalità spinge a riaprire il caso, e Bryce dovrà indagare per trovare il colpevole, insieme a Hunt Athalar, un caduto reso schiavo in seguito a una ribellione di angeli andata male. (in vero stile Zootropolis ma decisamente più……..HOT). Questo romanzo come ogni CAPOLAVORO della Maas mi ha rapito fin dalle prime pagine, certo molto ricco di informazioni, personaggi e componenti fondamentali del worldbuilding a mio parere tutto o quasi formidabileeeee. Il mondo descritto dalla Maas è molto articolato, con varie case in cui sono divisi gli abitanti a seconda della loro razza o meglio “spirito” di appartenenza, un sistema di governo oppressivo e totalitario impegnato in una guerra che rimane, per ora, ai margini della narrazione, tantissime creature paranormal per cui all’inizio è difficile ricordarsi ogni dettaglio e a quale specie appartengono; un bestiario non avrebbe guastato,anche perché li adoroooo. Lo stile come sempre è coinvolgente e pagina dopo pagina l’autrice ti trascina in una storia ai limiti del Fantasy thriller; incalzante, macchinoso e ricco di colpi di scena (Sarah sempre la solita). Da ricordare che parliamo di un ADULT; quindi decisamente più hot, spinto e pieno di parolacce ovviamente non in modo pesante, altrimenti non avrei retto. I personaggi principali il classico stereotipo dell’autrice; in questo romanzo ne troviamo per tutti i gusti, principalmente tutte ragazze da capogiro e ragazzi super muscolosi (da far rosicare il sottoscritto). La trama mi è piaciuta davvero tanto, come dicevo ci sono molti elementi giallo/thriller che mai mi sarei aspettato di apprezzare, un poliziesco dove tutto prende forma come un grande unico puzzle e ragazzi…… che bomba! Tutto calcolato e che feels, ho pianto come pochi e mi sono commosso tantissimo. Questo libro tocca temi profondi che come sempre mi arrivano dritti al cuore e lo infrangono, temi come l’importanza dell’amicizia (da bromance) all’elaborazione del lutto per qualcuno di veramente speciale.

Cosa posso dire, assolutamente consigliato a tutti gli amanti della Maas; per quanto da noi non sia apprezzatissima questo è ancora differente rispetto alle precedenti serie. Io la adoro.

“TUTTO E’ POSSIBILE GRAZIE ALL’AMORE.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: