Recensione – Dormire in un Mare di Stelle di Christopher Paolini

Genere: Sci – Fi
Serie: “Dormire in un Mare di Stelle”
Editore: Rizzoli
Pagine: 480

Genere: Sci -Fi
Serie: “Dormire in un Mare di Stelle”
Editore: Rizzoli
Pagine: 520

Dormire in un Mare di Stelle è il primo romanzo Sci-Fi di Christopher Paolini concepito come volume unico, per comodità (vista la mole) suddiviso in due volumi (brossura) da Rizzoli. Dormire in un Mare di Stelle vol.1 (22 Settembre) e Dormire in un Mare di Stelle vol.2 (22 Ottobre). Tengo a precisare che per un disturbo mio mentale non sono riuscito a leggere i romanzi separati, ergo il secondo l’ho concluso in lingua. Per questo motivo sarà una recensione assolutamente “spoiler free”, un pensiero generale sul romanzo intero.

“È l’ultima missione nello spazio per la scienziata Kira Navárez. Semplici rilievi di routine su un pianeta non ancora colonizzato. Il sogno di un futuro d’amore con Alan sta per realizzarsi. Ma il giorno della partenza accade qualcosa di inatteso. Qualcosa di terribile. Spinta dalla curiosità, Kira si imbatte in un reperto alieno. Il terrore la invade quando il pulviscolo intorno a lei comincia a muoversi. Una guerra universale è alle porte, e Kira è trascinata nelle profondità della galassia in un’odissea di scoperte e trasformazioni. Lei ha dalla sua compagni formidabili e un coraggio immenso. Ma soltanto fidandosi davvero di se stessa potrà affrontare il destino a cui è chiamata e combattere per i propri simili. Sarà il secondo volume di questa visionaria impresa di Christopher Paolini a svelare fino a dove si spinge il viaggio di Kira, quali conflitti dovrà superare il genere umano per sopravvivere, nel vasto mare di stelle.”

“Possa il tuo percorso, portare sempre alla Conoscenza.” “E la Conoscenza alla libertà.”

Christopher Paolini sta progettando questo libro da circa un decennio e l’impegno ed il lavoro nel farlo, si nota tutto. C’è una vita dentro ogni libro che si legge, e quella contenuta in “Dormire in un Mare di Stelle” è fatta di sogni e determinazione. Ho letto che, all’autore l’idea per questo nuovo romanzo, è venuta in mente una notte insonne per la tensione nel essere bloccato in Alagaësia, una frustrazione creativa che tutti gli autori provano quando scrivono una lunga serie e hanno bisogno di immergersi in qualcosa di nuovo. Dopo avere terminato “Il Ciclo dell’Eredità” ed essersi preso una pausa, quello che Paolini ha fatto, sono stati anni di ricerca, studio, scrittura, riscrittura, revisione e in generale reimparare a raccontare una storia, mentre vivisezionava ogni aspetto della trama, dei personaggi, della “motivazione”, del significato, della simbologia, della tecnologia e della scienza per dare vita a un libro che ha tutte le carte in regola per diventare una Space Opera perfetta. Qualunque cosa si possa dire sul plagio di Star Wars o Tolkien in “Eragon”, ormai è argomento superato, Paolini torna con una storia sull’umanità sperduta per la galassia, una guerra interstellare e una lotta per la sopravvivenza. Con nuove teorie sci-fi, alieni, equipaggi di ladri e persino “Easter egg” per i fan de “Il Ciclo dell’Eredità” (silenzio). Evidente la volontà di spronarsi per fare di meglio in “Dormire in un Mare di Stelle”, ma cosa contraddistingue questo romanzo dalle tante Space Opera in circolazione? La svolta, la raccolta dati, la formulazione di idee, lo studio e la ricerca di teorie scientifiche. Tutto questo e molto altro fa di questo romanzo un gioiello di accuratezza creativa e fa appello alla sostanziale ricerca di conoscenza che risiede in ognuno di noi. Sapete tutti che il Fantasy è il mio genere preferito, ma credo di avere trovato una storia di fantascienza che fa decisamente al caso mio. Una trama frenetica imbevuta di thriller, cosa posso dire, da mordersi le unghie (in senso figurato, niente unghie in bocca, soprattutto in questo momento), da leggere sul bordo della sedia in completa tensione sussurrando “oh-mio-Dio-oh-mio-Dio”. Ricco di azione, malvagità, paura, morte ed epicità. L’atmosfera creata è mozzafiato, la vastità dello spazio, il pericolo delle forme aliene, lo sconosciuto buio profondo, brrrrrrrrr. Se dovessi trovare una pecca nel romanzo, è lo scarso sviluppo dei personaggi utilizzati come sfondo nella narrazione, invece che come protagonisti, lasciando come elemento dominante la trama. Lo studio celato dietro le pagine e l’ambientazione sono davvero speciali, ma non sono riuscito ad immedesimarmi in nessuno dei personaggi. Il finale è ricco di messaggi, sentimenti e contenuti. Il tema che più mi ha colpito è quello della solitudine e la scelta di “vagare in solitaria”, sembra che l’autore abbia una certa predilezione per questo focus ricorrente nei suoi romanzi. Ovviamente la conclusione (del vol1) è aperta (non traumatica), ma fortunatamente il secondo volume è prossimissimissimo all’uscita. Se stai cercando uno sci-fi duro, preciso che esplori le lande del genere thriller, allora questo romanzo fa per te e resterai più che soddisfatto.

“Il percorso verso il nostro obiettivo è raramente lineare. Tende a contorcersi, il che rende il viaggio molto più piacevole di quanto sarebbe altrimenti. “

LEGA DEI MONDI ALLEATI

MONDI INDIPENDENTI

Ringrazio Rizzoli per la copia del romanzo fornita in anteprima, la decisione di mantenere la cover in linea con quella originale (quella blu), il perfetto e accurato editing e la scelta di pubblicare questo romanzo vicinissimo all’uscita mondiale.

PS Se temete la mole di questo libro (intendo vol1+vol2) non spaventatevi, l’autore è stato davvero geniale nell’inserire a fine del secondo romanzo le Appendici. Per l’esattezza sono tre; Appendice I – Spaziotempo e FTL, Appendice II – Il combattimento navale nello Spazio e Appendice III – Terminologia. Questi “compendi” si sono rivelati molto utili in quanto come dicevo, il volume è decisamente lungo e ricco di nozioni, terminologie a volte complesse e per comprendere appieno alcune tattiche/strategie di combattimento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: