Recensione – Un Oscuro Trionfo di Robin LaFeves

Genere: Fantasy Storico
Serie: “His Fair Assassin”
Editore: Fanucci Editore
Pagine: 416

Un Oscuro Trionfo è il secondo volume della serie Fantasy/Storica “His fair Assassin” scritta da Robin LaFevers edita Fanucci. La serie è composta da; Il Segno del Destino (2013), Un Oscuro Trionfo (Settembre 2020) e Mortal Heart (prossimamente).

“Tradimento, intrigo, e pericolo in questo coinvolgente seguito de “Il Segno del Destino”.
Quando Sybella arriva alla porta di Saint Mortain quasi impazzita dal dolore e dalla disperazione, il convento è felice di offrirle rifugio ma a un caro prezzo: le sorelle infatti servono la Morte e Sybella, abile sia nelle arti del combattimento che della seduzione, potrebbe diventare una delle loro armi più pericolose. Ma le sue doti di assassina sono di poco conforto quando la riportano alla vita: la rabbia e la brutalità di suo padre sono un ricordo terrificante e l’amore di suo fratello è allo stesso modo mostruoso. Ma quando Sybella scopre un alleato inaspettato, realizza che come figlia della Morte potrebbe trovare qualcos’altro per cui vivere oltre alla vendetta… Azione, intrighi di corte, romance soprannaturale e meravigliosamente scritto per incantare i fan di Sarah J. Maas e Holly Black e sognare l’impossibile…”

“L’odio non può essere combattuto con l’odio. Il male non può essere sconfitto dall’oscurità. Solo l’amore ha il potere di conquistarli entrambi. “

“Un Oscuro Trionfo”, un seguito tanto atteso ed un libro fantastico. La storia in questo secondo capitolo si concentra su Sybella, personaggio già incontrato di sfuggita ne “Il Segno del Destino”. La prima volta che ho incontrato questa ragazza non l’ho apprezzata particolarmente, un po’ diciamo, pazza. Ma durante la lettura di questo secondo libro, il mio cuore ha sofferto tanto, troppo per lei. Sybella è una persona straordinaria, una perfetta protagonista. È molto diversa da Ismae, la protagonista del primo libro attenta e innocente. Sybella è tutt’altro e l’ho adorata. Sinceramente le ho amate entrambe davvero tanto, ma ripeto il vissuto di Sybella è molto più toccante, straziante e terribile. Si, me ne sono perdutamente innamorato. I lettori hanno intravisto l’ultima volta Sybella attraverso gli occhi di Ismae, che prestava servizio nell’entourage di d’Albret, un nobile bretone assetato di sangue. Sconosciuta da Ismae, Sybella è la figlia di d’Albret, cresciuta in una famiglia in cui il fratello cordialmente le chiedeva sesso e il padre uccideva moglie dopo moglie. Ora Sybella è un assassina addestrata, al servizio di Mortain, il dio della morte. In un castello che d’Albret ha rubato alla tenace duchessa tredicenne della Bretagna, Sybella aspetta di scoprire il marchio di Mortain sul corpo di d’Albret per poterlo uccidere con la sua benedizione. Vivere a palazzo le richiede una danza sconvolgente di flirt e continua allerta per la sopravvivenza, e non si sente mai del tutto al sicuro. Mortain è il suo vero “padre” e l’ha rifiutata? Quando le arriva un incarico inaspettato, un salvataggio invece che un assassinio rimane completamente sbalordita. Viene richiesta a Sybella tutta la sua forza fisica, emotiva e la furtività, oltre all’uso delle sue brillanti abilità da assassina per scatenarsi in battaglia.

Attraverso Sybella, LaFevers ha sollevato alcune domande interessanti. Un animale ferito può mai guarire completamente? Può una persona che è stata ferita in modi inimmaginabili, un normale essere umano trovare dentro di sé la fiducia di riaffidarsi a qualcuno? Cosa serve per riparare un’anima devastata? Credetemi quando dico che il dolore di Sybella è palpabile. È stato un brutto quanto ho pianto per questa ragazza, eppure la mia percezione era limitata perché un cuore umano non può davvero maltrattato così lontano senza spezzarsi. La parte di gran lunga più interessante sono stati i dubbi di Sybella riguardo al suo dio e padre, Mortain. Le sue incerte convinzioni erano del tutto naturali, con tutto il dolore e il tradimento che ha subito, è difficile per lei credere in qualcosa, meno che mai a un padre potente che presumibilmente in grado di “amarla”. Amore? Sybella non sa niente su di esso. Nessuno l’ha mai amata veramente da bambina, non senza secondi fini, la sua salvezza è arrivata quando ha incontrato Ismae e Annith, il concetto di Amore le è stato finalmente chiaro. Terminare “Un Oscuro Trionfo”, l’autrice ha fatto un lavoro favoloso nel concludere le cose, ma è stato dolorosamente difficile separarmi da Sybella. Infatti, nel momento in cui ho finito l’ultima pagina, volevo tornare all’inizio e ricominciare tutto da capo. Non è una cosa che si possa dire spesso e volentieri di un libro quando lo si finisce. L’autrice ha corso molti rischi in “Un Oscuro Trionfo”, ha fatto molte scelte che hanno dimostrato il suo valore, anche se a molti potrebbero non piacere. Questo dimostra che è una vera artista, perché ricordiamo che la letteratura è un arte, e non ha avuto paura di uscire fuori dai canoni e dallo stereotipo di serie che va per la maggiore ultimamente.

“Il Segno del Destino” è stato un libro fantastico, “Un Oscuro Trionfo” altrettanto buono, se non leggermente migliore (peccato per la lunghezza). Non vedo l’ora di leggere il terzo e ultimo capitolo. Sento che “Mortal Heart” sarà perfetto! Non vedo l’ora, vi consiglio vivamente di leggere questa serie. Non ve ne pentirete.

Grazie mille a Fanucci Editore per la copia fornita in anteprima, per avermi permesso di leggere e recensire questo libro e come ho già detto per il continuo rinnovo dell’editing e della veste grafica dei vostri romanzi in uscita! C’è la mappaaaaaaaaaaaaaaaa ❤ Semplicemente così perfetto e sorprendente. Mi è piaciuto moltissimo.

“È un bene che io non abbia più un cuore, perché se lo avessi, si spezzerebbe sicuramente”.

La copertina originale in ENG a confronto con la nostra ITA, per dimostrare l’evidente impegno da parte dell’editore nel soddisfare i desideri di noi lettori. Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: