Recensione – Ragazzi della Tempesta di Elle Cosimano

Genere: Fantasy
Serie: “Seasons of Storm”
Editore: Rizzoli
Pagine: 544

Ragazzi della Tempesta è il primo volume della duologia Fantasy YA “Seasons of the Storm” di Elle Cosimano edito Rizzoli. La duologia comprende; Ragazzi della Tempesta (2020) e “Seasons of Caos” (2021 ENG).

“In una gelida notte d’inverno, Jack Sommers è chiamato a scegliere tra vivere per sempre, secondo le antiche leggi magiche di Gaia, o morire. Jack sceglie di vivere e in cambio da quel momento in poi sarà un Inverno. Come le altre Stagioni, ogni anno Jack deve dare la caccia e uccidere chi viene prima di lui. Le leggi di Gaia sono chiare: l’Inverno uccide l’Autunno, l’Autunno uccide l’Estate, l’Estate uccide la Primavera, la Primavera uccide l’Inverno. Questo significa che Jack uccide Amber. Amber uccide Julio. Julio uccide Fleur. E Fleur uccide Jack. Sono tutti addestrati a cacciare e uccidere, e tutti a turno muoiono. Ma quando Jack e Fleur – Inverno e Primavera – sono attratti l’uno dall’altra contro ogni buon senso e regola della natura, la legge spietata che governa le loro vite eterne a un tratto diventa qualcosa di personale e di doloroso. Fleur verrà bandita per sempre, se insieme non troveranno il modo per fermare il ciclo naturale delle cose. Quando le quattro Stagioni si coalizzano, mettendo a rischio la loro immortalità in cambio di amore e libero arbitrio, la loro fuga attraverso il Paese li condurrà in un luogo in cui saranno costretti a difendersi contro un creatore che vuole annientarli.”

“<<Ti offro una scelta, Jacob Matthew Syllivan>> dice lei. <<Vieni a casa con me e vivi per sempre, seguendo le mie regole. Oppure muori questa notte.>> Casa. Un’ ondata di dolore s’innalza dentro di me. Le afferro il polso mentre il peso schiacciante del mio ultimo respiro mi fa sprofondare. Ti prego, la imploro. Ti prego, non lasciarmi morire.”

La storia inizia in una fredda notte invernale quando un ragazzo di nome Jacob muore, poco prima del suo ultimo respiro appare Gaia, che gli offre la scelta di morire o risorgere come manifestazione fisica di Inverno. Le regole da seguire sono 3; la prima VIVERE o MORIRE, la seconda, chi salvare dalla morte in modo da renderlo il tuo “GPS” o meglio Supervisore e la terza cambiare identità, che equivale solamente al cambiare nome. Nel caso di Jacob, sarà Jack. Tutte le incarnazioni delle stagioni sono adolescenti immortali che passano la loro esistenza a cacciare e uccidere la stagione successiva guidati e consigliati dal proprio Supervisore tramite auricolare. La materia della stagione eliminata viene prelevata e preservata dal suo Supervisore, trasportata tramite le ley line all’Osservatorio dove viene ricaricata e ripristinata nella propria camera di stasi solo per poter tornare indietro e ripetere la stessa cosa ciclicamente. La stagione subentrante stabilisce come e quando eliminare la stagione in vigore; più velocemente la uccide e più è brutale il metodo di porre fine al suo ciclo, maggiore è il punteggio accumulato nella prova. Trasformando le giornate trascorse in una sorta di gioco; con classifiche, tabellone segnapunti e un sistema dove vengono debellati quelli che scendono sotto la linea rossa. Entriamo subito nel vivo del libro quando Jack sta per essere ucciso da Fleur, la Primavera, in un crudele scherzo del destino, si è innamorato di lei e sospetta fortemente di essere ricambiato. Ma questo è contro le regole, stagioni diverse non possono toccarsi, figuriamoci stare insieme. La caccia tra i due procede a lungo, danneggiando le statistiche di Fleur, mentre porta Jack in cima alla classifica. Inverno odia il ciclo di caccia, uccisione e segregazione, è pronto a tutto per sfuggire al ciclo stagionale e scappare con Fleur. Inizia a concepire un piano per sfuggire alle regole e al controllo di Cronos, ma deve convincere anche il suo Supervisore, il ciclo delle stagioni e i loro Supervisori. Fuggire dal loro padrone, un uomo che può vedere il futuro, si rivela una sfida più ardua di quanto speravano.

La premessa della storia è piuttosto intrigante e ben costruita, l’impostazione fresca e unica. L’autrice non perde tempo ed entra subito nel vivo dell’azione. Il ritmo narrativo veloce; tra i capitoli dal PoV di Jack e i capitoli dal PoV di Fleur fa scorrere la storia in modo regolare e fluido, senza mai perdere slancio. La costruzione del mondo è solida e piuttosto concisa. Veniamo informati delle complessità del sistema magico e delle ambientazioni già dai primi capitoli in modo semplice, ma senza risultare banale. Lo stile narrativo trova un perfetto equilibrio, tenendoci al passo con gli eventi, mutando al ritmo sostenuto dalla trama piena di suspense e ci conduce verso un finale potente e avvincente. Questo libro presenta un intero gruppo di personaggi, ma nessuno di essi, inclusi Jack e Fleur, sono ben caratterizzati. Possiamo dare un’occhiata al loro background in tutto il romanzo, ma non è stato sufficiente per stabilire una particolare connessione con loro. Certo, la loro chimica come gruppo è eccezionale, ma come personaggi individuali nessuno di loro è stato abbastanza di spicco da catturare la mia attenzione. Anche la “love” tra Jack e Fleur, già presente all’inizio del libro, risulta come se mancasse un pezzo e durante la storia non scopriamo nulla di più sulla loro relazione. Il legame che accomuna tutti i personaggi rimane l’aspetto più straordinario e bello del romanzo. In fondo, “Ragazzi della Tempesta” è fondamentalmente incentrato sull’amicizia e su come persone fondamentalmente diverse, trovano un modo per sostenersi e aiutarsi a vicenda. Il bisogno disperato di essere liberi li accomuna e durante il loro cammino, trovano ampio spazio per coltivare conoscenze e amicizie. Davvero realistico e profondo. Questi legami forzati, almeno inizialmente, si adattano perfettamente alla storia dove i ragazzi devono restare uniti per sopravvivere.

Sebbene questo sia il primo libro di una duologia “pianificata”, non sono sicuro di come un secondo libro possa adattarsi. La storia è abbastanza completa e personalmente sono soddisfatto del finale per Jack e Fleur. C’è solo un thread aperto e sarà interessante vedere se o come l’autrice intende esplorarlo nel secondo capitolo. “Ragazzi della Tempesta” è un eccitante romanzo Fantasy, sporcato di elementi distopici, un libro dove Hunger Games incontra il folklore di Jack Frost. Combattimenti, caccia, ribellioni, evasioni, romance, lavoro di squadra e poteri magici legati alla natura e al clima che si combinano per creare un Fantasy Epico.

“Le regole di Cronos, non ammettono l’Amore. L’intero sistema si fonda sull’ostilità, sulla paura e sull’avversione.”

perfettamente in linea

Ringrazio Rizzoli per la copia in anteprima, l’accurata traduzione, l’editing sempre impeccabile e sopratutto grazie per aver mantenuto la bellissima copertina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: