Recensione – Il Viaggio di Halla di Naomi Mitchison

Genere: Fantasy Storico
Editore: Fazi Editore
Collana: LainYA
Pagine: 180

Il Viaggio di Halla è un romanzo Fantasy autoconclusivo, scritto da Naomi Mitchison edito Fazi Editore per la collana LainYA.

“Per la prima volta in Italia un classico della letteratura fantasy del Novecento scaturito dalla penna di una scrittrice tutta da riscoprire, grande amica e prima lettrice di J.R.R. Tolkien. Questa è la storia di Halla, figlia di un re che decide di abbandonarla nei boschi. Qui viene accudita dagli orsi e poi cresciuta dai draghi sulle montagne rocciose; ma il tempo dei draghi, minacciati dagli odiosi e crudeli esseri umani, sta per finire. Odino, Padre di tutte le cose, offre ad Halla una scelta: vivere alla maniera dei draghi, accumulando tesori da difendere, o viaggiare leggera e attraversare il mondo con passo lieve? Iniziano così le fantastiche avventure della ragazza, che girovagherà alla scoperta di nuove terre e antiche leggende, in mezzo a creature incredibili, luoghi misteriosi e magie dimenticate. La sua conoscenza di tutti i linguaggi, sia quelli umani che quelli animali, la aiuterà ad andare oltre le apparenze, ma anche a mettere in discussione ciò in cui ha sempre creduto, mentre affronta, una dopo l’altra, le nuove sfide sul suo cammino. Mitchison ci prende per mano e ci conduce in una favola senza tempo, dove le divinità dei miti nordici convivono con i personaggi della letteratura fantasy per mostrare il valore di comprensione e tolleranza. Il viaggio di Hallaè un racconto agile, profondo e divertente che trasporterà il lettore in un mondo dove si può incontrare un basilisco nella steppa, dove gli eroi vengono portati nel Valhalla dalle valchirie, e dove si può fare fortuna chiacchierando con il cavallo giusto. Più di una semplice fiaba: una volta giunti alla fine, questo romanzo si dimostra una vera e propria mappa di vita.”

“«Forse non è morta», disse Halla, «forse la sua nutrice si è trasformata in un orso e l’ha portata via nella foresta. Forse è stata allevata da orsi e draghi. Forse alla fine è stato meglio per lei che essere la figlia di un re».”

Questo romanzo racconta la storia di Halla figlia di un re, bandita nelle terre selvagge dallo stesso padre. Allattata dagli orsi e allevata dai draghi, da entrambi imparerà tantissimo e scoprirà molti aspetti della vita a lei sconosciuti. Ma ciò che attende la nostra cara Halla è una scelta che sarà obbligata a prendere. Chi è Halla? Cos’è destinata a fare? Halla la bambina degli Orsi? Halla dei Draghi? o Halla il Dono degli dei? Questo non è semplicemente ciò di cui parla “Il Viaggio di Halla” una fiaba ideata per bambini; si tratta di un incredibile avventura in un mondo straordinario e caotico, un viaggio per definire il proprio destino e del processo per ritrovare se stessi. Un ambientazione cosparsa di folklore, miti nordici e leggende varie. Un romanzo ricco di significato e bellezza; porta il ricordo e il profumo delle storie tanto amate da noi lettori di Tolkien (Il Signore degli Anelli) e Lewis (Le Cronache di Narnia). Anche se al momento della pubblicazione i suoi romanzi hanno patito e portato i segni del confronto, messa in ombra da questi due GRANDI esponenti Fantasy del ‘900. Finalmente oggi grazie all’editore vede la luce e si fa conoscere. Sono lieto di avere scoperto una nuova incredibile autrice del buono e vecchio Fantasy classico. Sono evidenti alcune similitudini con gli autori citati, nonostante l’iniziale minoranza di successo, l’autrice era una cara amica di Tolkien, fu tra le prime a leggere l’inedito “Il Signore degli Anelli”, e quando il suddetto libro soffrì di scarsa accoglienza rispetto alla vendita allora anticipata, a Mitchison fu chiesto di fare blurb per le sue promozioni di marketing. Quindi non si può che amare e consigliare una storia del genere, ahimè devo dire, un pò troppo corta. Spero presto di poter leggere altro di questa “nuova” interessantissima autrice.

Ringrazio Fazi Editore per la copia in anteprima, la meravigliosa copertina e questa inaspettata rispolverata di un grande classico a noi praticamente sconosciuto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: