Recensione – Sword and Sorcery. L’epopea di Fafhrd e del Gray Mouser di Fritz Leiber

Genere: Sword & Sorcery
Serie: “Sword & Sorcery”
Editore: Mondadori
Collana: Oscar Draghi
Pagine: 1270

Sword & Sorcery. L’epopea di Fafhrd e del Gray Mouser è una raccolta di romanzi Sword and Sorcery, scritta da Fritz Leiber, edita Mondadori per la collana Oscar Draghi. La raccolta comprende; L’epopea di Fafhrd e del Gray Mouser, Il mondo di Nehwon, Le spade di Lankhmar, Spade tra i Ghiacci e Il Cavaliere e il Fante di spade.

“Fafhrd è un barbaro del Nord, alto e muscoloso. Il Gray Mouser è il suo inseparabile compagno, e non potrebbe essere più diverso: piccolo, scaltro, ex apprendista di un mago e ladro. I due vivono mille avventure nel mondo di Nehwon, tra colossali bevute, feste, corteggiamenti, risse, ruberie e giochi d’azzardo… Prototipi degli eroi di mille romanzi successivi, Fafhrd e il Gray Mouser sono protagonisti dei tanti racconti riuniti in questo volume e hanno ispirato nei decenni infiniti adattamenti.

Per questo Review Party abbiamo deciso di dividerci i 5 romanzi contenuti all’interno, a sentimento ho scelto “Spade tra i Ghiacci” (1979). Raccolta di avventure incentrate, come per il resto dei romanzi di questa raccolta, sulle avventure degli eroi Fafhrd e il Gray Mouser. All’interno di “Spade Tra i Ghiacci” troviamo riuniti i seguenti racconti:

* Spade tra i ghiacci (Swords and Ice Magic,1977);

* La tristezza del carnefice (The Sadness of the Executioner, 1973);

* La bella e le bestie (Beauty and the Beasts, 1974);

* Prigionieri nella Terra delle Ombre (Trapped in the Shadowland, 1973);

* L’esca (The Bait, 1973);

* Sotto i pollici degli dei (Under the Thumbs of the Gods, 1975);

* Prigionieri nel Mare delle Stelle (Trapped in the Sea of Stars, 1975);

* La mostreme di ghiaccio (The Frost Monstreme, 1976);

* L’isola della Brina (Rime Isle, 1977).

“Sopra la gelida nebbia le stelle scintillavano come candele di ghiaccio, affievolite solo dalla luce della luna gibbosa, bassa a sudovest: là, in lontananza, il fronte di un uragano che si appressava faceva ondeggiare il fitto tappeto di cristalli di ghiaccio fluttuanti nell’aria. Non molto al di sopra della perlacea distesa bianca, che si allungava fino a tutti gli orizzonti eccettuato quello di sudovest, il falco messaggero che il Mouser aveva lasciato andare volava verso oriente. A perdita d’occhio non si scorgevano altri esseri viventi che spartissero con lui la solitudine dell’immensa volta, eppure all’improvviso il rapace virò come se fosse attaccato e poi sbatté freneticamente le ali e si arrestò contorcendosi nell’aria, quasi fosse stato afferrato, trattenuto, e reso impotente. Tuttavia non si vedeva nulla nell’aria limpida accanto all’uccello che si divincolava.”

Uno dei miei racconti preferiti è sicuramente, “Prigionieri nel Mare delle Stelle”. Durante la navigazione nel Mare Esterno, Fafhrd e il Grey Mouser rimangono incantati da un paio di fate luccicanti che appaiono come giovani ragazze. Le sprite attirato i nostri eroi in acque inesplorate, disperdendoli senza una meta. Alla fine, dopo aver filosofato sulla natura del sole, della luna e delle stelle nello spazio, Fafhrd e il Grey Mouser si rendono conto dei nefasti intenti degli sprite e cercano di correre ai ripari.

Sostanzialmente Fafhrd e il Gray Mouser sono coinvolti in questa o quell’avventura a causa del semplice capriccio degli dèi, che si servono spesso di avvenenti fanciulle per attirare la loro attenzione o per trascinarli in qualche disavventura. In queste storie i nostri eroi imparano a comandare equipaggi di navi e truppe, e a organizzare delle vere e proprie operazioni militari, dopo aver guadagnato la fiducia degli isolani che difendono. Anche se ho scelto di immergermi negli ultimi racconti, dopo una sbirciatina data ai primi, ho notato che rispetto alle grandi avventure/imprese iniziali i nostri protagonisti hanno un discreto cambiamento ed una maturazione. Diventano responsabili, “mettono la testa a posto” e una volta sistemati gli invasori, si accasano. Avendo così un “legame fisso” le avventure e l’azione assume un tono più tranquillo e pacato. Nei racconti Leiber ci presenta vari personaggi sovrannaturali che tramano contro i nostri eroi, creature davvero molto complesse e interessanti, non manca l’azione e una bella dose di magia. Trattandosi di racconti è più facile e rapido il cambiamento di ambientazione e questa è una cosa che ho davvero apprezzato. Colossale pecca, l’eccessiva vena di erotismo, forse in un paio di situazioni anche esagerate. Spade Tra i Ghiacci contiene storie di un discreto livello, ed è innegabile che la capacità di scrittura dell’autore non conceda cedimenti. La particolarità di questi racconti è l’evidente invecchiamento di Fafhrd e il Mouser. Fatto inusuale, per un eroe dello Sword & Sorcery è il fatto di accasarsi e il cambiamento nell’affrontare un nemico. Rispetto alle prime avventure dove la forza fisica predomina, in questi ultimi racconti, l’uso della scaltrezza e della ragione sembra essere la scelta migliore. A differenza di altri grandi autori Fantasy che affermano che l’avventura resterà per sempre nel cuore, Leiber la pensa diversamente e la scrive, diversamente.
L’avventura è un’amante estremamente divertente, ma si arriva ad un momento in cui si cerca la stabilità. Nonostante gli scivoloni da censurare, “Sword & Sorcery” risulta un romanzo ricco di fantasia e creatività, che gli consente di elaborare intrecci tanto originali quanto divertenti, i quali non dovrebbero mancare di impressionare favorevolmente i lettori che ricercano principalmente evasione (e soprattutto se non pretendono una eccessiva serietà dalle pagine dei romanzi che leggono). Un classico del genere dove ancora una volta i nostri eroi dovranno destreggiarsi tra donne affascinanti e letali, subdoli incantatori e una terra fantastica in cui nulla è come sembra e il pericolo è sempre dietro l’angolo. Ma i due improbabili compagni riusciranno ad avere la meglio grazie alle loro doti di astuzia e di spadaccini, non senza una buona dose d’ironia.

Ringrazio Mondadori per la copia in anteprima, Oscar Fantastica per l’editing sempre impeccabile (un DRAGO degno del suo nome) e Beatrice per l’organizzazione del Review Party. All’interno bellissime mappe, illustrazioni e infiniti dettagli che rendono questa raccolta unica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: