Recensione – Sorcery of Thorns di Margaret Rogerson

Genere: Fantasy/YA
Editore: Mondadori
Collana: Oscar Fantastica
Pagine: 446

Sorcery of Thorns è un romanzo Fantasy/YA autoconclusivo, scritto da Margaret Rogerson edito Mondadori per la collana Oscar Fantastica.

“Trovatella allevata in una delle Grandi Biblioteche di Austermeer, è cresciuta in mezzo agli strumenti della stregoneria: grimori magici che sussurrano e sferragliano catene. Se provocati, si trasformano in mostri inquietanti di cuoio e di inchiostro. Ciò cui Elisabeth ambisce è diventare una guardiana, incaricata di proteggere il regno dalle minacce della magia. Il suo disperato tentativo di impedire l’atto di sabotaggio che libera il grimorio più pericoloso della biblioteca finisce per ritorcersi contro di lei: ritenuta coinvolta nel crimine, viene condotta nella capitale, in attesa di interrogatorio. L’unica persona su cui può fare affidamento è il suo nemico di sempre, il Magister Nathaniel Thorn, con il suo misterioso servitore; ma tutto sembra intrappolarla in una congiura secolare, che potrebbe radere al suolo non solo le Grandi Biblioteche, ma anche il mondo intero. A mano a mano che la sua alleanza con Nathaniel si rafforza, Elisabeth inizia a mettere in discussione tutto quello che le hanno insegnato sui maghi, sulle biblioteche che ama così tanto, e soprattutto su se stessa. Perché Elisabeth ha un potere che non avrebbe mai sospettato, e un destino che non avrebbe mai potuto immaginare.”

“La conoscenza ha sempre il potenziale per essere pericolosa. È un’arma potente, più di qualsiasi spada o incantesimo.”

Elisabeth Scrivener fa parte della Grande Libreria Summershall da quando è stata abbandonata alla porta da neonata, crescendo tra i libri e i Grimori, libri incantanti. Adesso che è una giovane donna sta studiando per diventare Warden, un custode. Ma l’arrivo di un pericoloso Grimorio darà inizio ad una serie di eventi che la porteranno lontana, facendole conoscere il mondo esterno e Nathaniel Thorn, un giovane e potente stregone. Assieme affronteranno segreti e incantesimi, in una lotta contro il tempo per salvare il loro mondo e coloro che amano. Un mondo disseminato di magia e misteri, dove non tutti i libri sono oggetti inanimati. Molti sono Grimori, libri incantati che a seconda del loro livello hanno la capacità di parlare o compiere azioni e, se pericolosi, possono diventare dei Malefics, prendendo sembianze demoniache e creando distruzione. Per raccogliere e controllare questi tipi di libri sono state costruite le Grandi Librerie, al cui interno i librai si occupano di custodirli. Sono dei luoghi magici e pieni di misteri ed Elizabeth ne fa parte sin da quando ne ha memoria. Che meraviglia veroooooooo?!? Ma una notte qualcosa la sveglia, incuriosita andrà ad indagare e scopre che il pericoloso Grimorio arrivato pochi giorni prima si è trasformato in un Malefics e ha ucciso la Direttrice. Per quanto sia dolorosa la sua perdita, Elisabeth farà di tutto per impedirgli di uccidere innocenti nella città vicina. È così che, raccogliendo la spada della Direttrice, la ragazza affronterà il mostro, riuscendo a distruggerlo. Ma ciò che è accaduto quella notte è solo l’inizio di qualcosa di più grande di un semplice sabotaggio e Elisabeth è diventata una minaccia.
Con l’accusa di tradimento verrà mandata ad affrontare il giudizio del Magisterium nella città in cui vivono tutti gli stregoni. La storia è ricca di misteri e intrighi che ci accompagnano per tutto questo straordinario viaggio, incontreremo diversi personaggi, artefatti e soprattutto libri.
È una lettura che si divora in poco tempo, lo stile di questa scrittrice ha un che di poetico e magico che rende difficile mettere giù il libro, ottimo per distrarsi dallo studio. Questa è una delle letture con cui ho alleviato il mio cervello, semplice, incantevole e bellissima. Straconsigliata. Già letta tempo fa in ENG, una rilettura in occasione dell’uscita italiana era d’obbligo.

Ringrazio Mondadori ed Oscar Fantastica per la possibilità di ricevere la copia in anteprima. Un edizione veramente notevole, ma vogliamo parlare della copertina? MERAVIGLIOSA! La disegnatrice (Charlie Bowater) come sempre crea delle opere d’arte.


“Anche i libri hanno un cuore, anche se non sono come le persone, il cuore di un libro può essere spezzato: l’aveva già visto accadere. Grimori che si rifiutano di aprirsi, le loro voci diventano mute o il cui inchiostro sbiadisce e sanguina sulle pagine come lacrime “.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: