Recensione – Il Cielo oltre la Tempesta di Sabaa Tahir

Genere: Fantasy/Distopico
Serie: “Il Domino del Fuoco”
Editore: Nord Editore
Pagine: 516

Il Cielo oltre la Tempesta è il quarto ed ultimo romanzo Fantasy/Distopico della serie di Sabaa Tahir “Il Dominio del Fuoco” edita da Nord Editore.
Serie di enorme successo di cui fanno parte; Il Dominio del Fuoco (2015) Una Fiamma nella Notte (2017), Un Assassino alle Porte (17 Ottobre 2019) e Il Cielo oltre la Tempesta (2021).

“«Averla Sanguinaria, Laia di Serra, Traghettatore di Anime. Il vostro destino è intrecciato. Se uno fallisce, tutti cadranno. Se uno muore, gli altri lo seguiranno. Tornate dove tutto è cominciato e troverete la verità. Combattete con tutte le vostre forze, fino alla fine, altrimenti perderete ogni cosa.» È questa la profezia che viene fatta al Traghettatore di Anime prima che, con un incantesimo, gli vengano restituiti tutti i ricordi che aveva perduto. Adesso può ricordarsi di Helene, l’Averla Sanguinaria, sua migliore amica e compagna d’armi, che ha sacrificato tutto ciò in cui credeva per aiutarlo; di Laia di Serra, della loro fuga da un Impero tiranno che ha vietato l’arte e la cultura, e del profondo amore che li legava e cui ha dovuto rinunciare; e di sé stesso, Elias, guerriero addestrato a difendere lo stesso regime cui si è ribellato. Ed è fondamentale che torni a essere sé stesso, perché la battaglia finale sta per cominciare: lo spietato Signore della Notte ha risvegliato un’orda di spettri, che ora vaga per le terre mortali, pronto a distruggere chiunque provi ad ostacolare la sua vendetta. Solo Elias può riunire i prescelti e compiere la profezia. E non importa se, per riuscirci, dovrà compiere un sacrificio estremo…”

“Vorrei che tutti conoscessimo il terreno incrinato dei cuori spezzati. Che tutti potessimo vedere la sofferenza che affligge l’altro. Forse allora non saremmo così crudeli con coloro che camminano con noi su questo mondo.”

Buongiorno amici lettori, eccoci finalmente giunti al capitolo conclusivo della bellissima serie Fantasy/Distopica “Il Dominio del Fuoco”. Ho atteso anni per concludere la lettura di questa incredibile tetralogia, ma ne è valsa davvero la pena. BELLISSIMA.

Riprendendo solo pochi mesi dopo l’interruzione di Un Assassino alle Porte, i jinn a lungo imprigionati sono all’attacco, seminando sanguinosi danni sia nei villaggi che nelle città. Ma per il Signore della Notte, la vendetta sui suoi nemici umani è solo l’inizio. Al suo fianco, la Comandante Keris Veturia si dichiara imperatrice e chiede le teste di tutti coloro che sfidano il suo dominio. In cima alla lista? L’Averla Sanguinaria e i superstiti della sua famiglia. Laia di Serra, ora alleata dell’Averla Sanguinaria, fatica a riprendersi dalla perdita delle due persone più importanti della sua vita. Determinata a fermare l’imminente apocalisse, si lancia nella distruzione del Signore della Notte. Nel processo, risveglia un antico potere che potrebbe condurla alla vittoria o a un destino inimmaginabile. Intanto nel profondo del Luogo d’Attesa,”Caronte” o meglio Elias cerca solo di dimenticare la vita e l’amore che si è lasciato alle spalle. Eppure farlo significa ignorare la scia di omicidi lasciata dal Signore della Notte e dai suoi jinn. Per mantenere il suo giuramento e proteggere il mondo umano dal soprannaturale, il Traghettatore di Anime deve guardare oltre i confini della sua stessa terra. Deve intraprendere una missione che potrebbe salvare, o distruggere, tutto ciò che conosce.

Il Cielo oltre la Tempesta inizia con un epico flashback, la creazione del Signore della Notte migliaia di anni fa, e poi passa alla sua ricerca/caccia di Laia (una vera bomba come inizio, davvero molto interessante). Mentre successivamente la trama si snoda attraverso i diversi PoV; di Helene che raduna un esercito e Laia che si prepara a riportare a casa Elias. Man mano che i loro percorsi convergono, il ritmo aumenta e la storia diventa più guidata dall’azione. Tolta qualche descrizione e “scena” di troppo, è sempre più interessante la costruzione del Worldbuilding e lo spazio dedicato alla magia ed ai jinn stessi. Per quanto il libro sia guidato dall’azione, i personaggi descritti dall’autrice sono al centro della storia; i loro archi narrativi raggiungono l’apice in questo spettacolare capitolo finale. Laia che abbraccia il suo destino, Elias combatte per la sua libertà e Helene si strugge per trovare la pace interiore quando la guerra è tutto ciò che conosce. In effetti, il viaggio di Helene in questo libro è stato il mio preferito rispetto agli altri perché non avevo idea di cosa le sarebbe successo procedendo verso la conclusione del libro. Posso ritenermi più che soddisfatto delle decisioni prese dall’autrice alla fine del romanzo. Non contenta della meravigliosa serie, l’autrice ci regala il colpo di grazia regalandoci anche il PoV del Signore della Notte. Consigliato in modo IMPERATIVO, come del resto l’intera serie (non mi capacito ancora del fatto che sia così poco conosciuta!). L’Epilogo della serie “Il Dominio del Fuoco” meritava una degna conclusione e Il Cielo oltre la Tempesta fa ESATTAMENTE questo, una conclusione perfetta. Vi lascio con una citazione che mi ha colpito perché rappresenta il cuore della serie “Il Dominio”:

“Vorrei poter vivere mille vite per potermi innamorare di te mille volte.”

Ringrazio, Nord Editore per la copia in anteprima, come ho già detto questa è una serie incredibile e sono contentissimo sia stata portata a termine! I lettori non hanno più scuse. Questa MERAVIGLIA deve riempire tutte le librerie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: