Recensione_Review Prarty – Il Re delle Cicatrici di Leigh Bardugo

Genere: Fantasy
Serie: “GrishaVerse”
Editore: Mondadori
Collana: Fantastica
Pagine: 420

Il Re delle Cicatrici è il primo volume della nuova dilogia Fantasy scritta da Leigh Bardugo edita Mondadori per la collana Fantastica. La dilogia comprende; Il Re delle cicatrici e La legge dei Lupi (19 Aprile). Fanno parte del GrishaVerse la trilogia di Tenebre e Ossa e la dilogia Sei di Corvi.

“Nikolai Lantsov, sovrano di Ravka, corsaro, soldato, secondogenito di un re disonorato, ha sempre avuto un’innata propensione alle situazioni difficili, ma questa volta sembra dover fare i conti con qualcosa di impossibile, qualcosa che nessuno, tra la popolazione di Ravka, potrebbe mai immaginare. Come se non bastasse, per arrestare l’avanzata dei nemici che si assiepano lungo i confini del regno, il giovane re deve trovare un modo per riempire le casse dello Stato, stipulare nuove alleanze e fermare il nuovo pericolo che minaccia quello che un tempo è stato il glorioso esercito Grisha. Al suo fianco, però, c’è la fedele Zoya Nazyalensky, leggendario generale Grisha, che non si fermerà di fronte a nulla pur di aiutare Nikolai ad affrontare e sconfiggere il potere oscuro che alberga nelle profondità del suo cuore e che, rafforzandosi di giorno in giorno, minaccia di distruggere tutto quello che ha costruito. Zoya sa infatti che, come i Grisha non possono sopravvivere senza Ravka, tantomeno Ravka può sopravvivere a un re tanto indebolito. Nello stesso momento, nelle terre fredde del Nord, Nina Zenik sta combattendo la sua personale guerra contro coloro che vorrebbero spazzare via per sempre i Grisha. Ma per sconfiggere i pericoli che la attendono, sarà costretta a scendere a patti con il proprio terrificante potere e ad affrontare il dolore profondo e lacerante che porta nel cuore. Re, generale e spia di Ravka: tutti e tre nel corso del loro viaggio dovranno spingersi oltre i confini tra scienza e superstizione, magia e fede, rischiare il tutto per tutto per salvare una nazione spezzata, e accettare che alcuni segreti non sono fatti per restare sepolti e che certe ferite non sono destinate a guarire.”

“Smettila di punirti per essere qualcuno con un cuore. Non puoi proteggerti dalla sofferenza. Vivere è soffrire. Non ti stai proteggendo isolandoti dal mondo. Ti stai limitando”.

Buongiorno amici lettori, quello che vi presento oggi è l’attesissimo primo capitolo della nuova dilogia di Leigh Bardugo ambientata ancora una volta nell’incredibile GrishaVerse. Protagonista indiscusso, amato da tutti, l’affascinante Nikolai.

Questo romanzo ci reintroduce Nikolai, un giovane Re dispettosamente affascinante, e Zoya, comandante dell’esercito Grisha, il cui potere e la cui bellezza sono ugualmente feroci. Insieme stanno cercando di guidare la loro nazione verso la stabilità dopo una devastante guerra civile. Come preannunciavo il protagonista di questo nuovo capitolo del GrishaVerse è il nuovo sovrano Nikolai Lantsov: il mostro in cui l’aveva trasformato il Darkling continua a tormentarlo, presentandosi incontrollabile quando lo Zar si addormenta. Accanto a lui, Zoya Nazyalensky, parte della sua cerchia di comando e che vediamo finalmente come personaggio narrante, cerca di convincerlo a prendere una regina per cementare il suo potere e assicurarsi una discendenza. Ma quando finalmente Nikolai si è convinto a riunire sotto il tetto del suo palazzo diversi diplomatici per annunciare la sua scelta, la sua ricerca per liberarsi del mostro lo porta in un luogo inaspettato. Parallelamente Nina Zenik è in missione in Fjerda sotto copertura per salvare i Grisha perseguitati, ma si imbatte in una sinistra scoperta su cui si ritrova a indagare.

I capitoli ruotano tra i punti di vista dei protagonisti, offrendo al lettore una comprensione intima di ogni personaggio mentre le loro storie si svolgono. L’autrice esegue questo equilibrio tra umorismo e dolore, dolore e crescita in modo straordinario. La storia esiste all’intersezione di sé passati e futuri e nella comprensione nascente che ciò che temi di più potrebbe essere ciò di cui hai più bisogno. Lo slancio si sposta agilmente tra rivelazione sensibile e azione propulsiva, con spazio per “un’indagine filosofica” sulla natura del potere e su come può essere utilizzato. C’è molto da elaborare in questo capitolo, ma la narrazione non si appesantisce mai, forse leggermente sconnesso. La trama di Nina è solo debolmente collegata a quella di Nikolai e Zoya, ma i loro temi sono allineati e Bardugo aumenta la posta in gioco in modo così sicuro per far posto al secondo libro dove possiamo presumere che i fili separati si intrecceranno in modo più soddisfacente. I lettori che hanno già familiarità con il GrishaVerse si sentiranno più a loro agio qui, come molti dei personaggi e delle ambientazioni raffigurati nelle serie precedenti. Ma anche coloro che intraprenderanno il viaggio per la prima volta rimarranno affascinati da un mondo riccamente dettagliato e piacevolmente vario, abitato da individui che, nonostante tutti i loro talenti magici, sono profondamente umani.

Vi consiglio assolutamente di leggere questo romanzo, se amate il GrishaVerse e vi siete affezionati a Nina Zenik, non potete perdere questo libro.

Come sempre grazie a Mondadori per la copia in anteprima, l’editing accurato, i dettagli, la deliziosa traduzione e la bellissima cover decisamente in linea con l’originale. Vi dirò di più, come dicevo nel video per l’unboxing del libro, Mondadori ha DECISAMENTE migliorato la “veste grafica” del romanzo rendendolo più bello dell’originale! Grazieeeeee anche a Marianna per l’invito a partecipare al Review Party e le ragazze che mi sopportano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: