Recensione – Fairy Tale di Stephen King

Genere: Dark Fantasy
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 688

Fairy Tale è il nuovo ATTESISSIMO romanzo Fantasy dalle tinte oscure di Stephen King, edito da Sperling & Kupfer, in contemporanea mondiale.

“Un ragazzo, il suo cane, la discesa in un mondo magico e oscuro. Benvenuti nel lato oscuro del «c’era una volta». Charlie Reade è un diciassettenne come tanti, discreto a scuola, ottimo nel baseball e nel football. Ma si porta dentro un peso troppo grande per la sua età. Sua madre è morta in un incidente stradale quando lui aveva sette anni e suo padre, per il dolore, ha ceduto all’alcol. Da allora, Charlie ha dovuto imparare a badare a entrambi. Un giorno, si imbatte in un vecchio – Howard Bowditch – che vive recluso con il suo cane Radar in una grande casa in cima a una collina, nota nel vicinato come «la Casa di Psycho». C’è un capanno nel cortile sul retro, sempre chiuso a chiave, da cui provengono strani rumori. Charlie soccorre Howard dopo un infortunio, conquistandosi la sua fiducia, e si prende cura di Radar, che diventa il suo migliore amico. Finché, in punto di morte, il signor Bowditch lascia a Charlie una cassetta dove ha registrato una storia incredibile, un segreto che ha tenuto nascosto tutta la vita: dentro il capanno sul retro si cela la porta d’accesso a un altro mondo. Una realtà parallela dove Bene e Male combattono una battaglia da cui dipendono le sorti del nostro stesso mondo. Una lotta epica che finirà per vedere coinvolti Charlie e Radar, loro malgrado, nel ruolo di eroi.”

«C’è un pozzo scuro in ognuno di noi, credo, e la vena non si esaurisce mai. Però se bevi da quel pozzo, lo fai a tuo rischio e pericolo, perché l’acqua è avvelenata». 

Buongiorno amici lettori, quello che vi propongo oggi è il nuovo romanzo di Stepheng King. Il sempre prolifico Re dei romanzi Horror segna il suo ritorno con un romanzo Dark Fantasy. Penso la cosa susciterà molto scalpore, ma non ho mai letto NULLA o meglio concluso dell’autore. Nonostante gli svariati amici che me lo hanno consigliato e gli innumerevoli tentativi di approcciarmi a La Torre Nera (famosissima serie Fantasy spaghetti Western), niente. Con questa nuova uscita un pochino più nelle mie corde e decisamente più “leggera” rispetto gli standard di King mi sono lasciato andare.

Cosa deve fare una persona quando si ripara dal Covid? Nel caso dell’autore, scrivi qualcosa per divertirti mentre rifletti su ciò che sta accadendo nel mondo esterno; città devastate, politiche controverse, incertezza. Fairy Tale inizia in un mondo che è riconoscibilmente nostro, e con un tropo familiare: una giovane donna fuori per comprare pollo fritto, viene schiacciata dal furgone di un idraulico in fuga, mandando suo marito in una crisi di alcolismo e suo figlio in una crisi preadolescenziale spinto da un padre che “cercava sempre di scusarsi”. Charlie disperato non aspetta che un segno per districarsi nella negatività della sua vita. Arrivato allo stremo e al limite della sopportazione, accade il miracolo. Da un giorno all’altro il padre si presenta agli Alcolisti Anonimi e poco dopo, Charlie tornando a casa, salva la vita di Howard Bowditch. Un vecchio caduto dalla scala fratturandosi una gamba e il suo cane, Radar, abbaiando aveva richiamato l’attenzione del ragazzo. Tutti sapevano che era un vecchio strambo, rinchiuso nel suo antro, Charlie varcò il vecchio cancello e chiamò l’ambulanza. Nell’attesa il signor Bowditch avverte il ragazzo di allontanarsi: “vai là dentro”, disse. “Puoi col tempo, ma per ora non pensarci nemmeno. Troverai solo una specie di persone, comunque a cui non piacerebbe niente di meglio che portare il loro speciale tipo di male alla superficie del nostro mondo.” E tutto cambiò per sempre.

“Fairy Tale” è la storia di Charlie Reade, un adolescente che ha affrontato molto nella sua vita: la morte della madre e le lotte per convivere con un padre alcolizzato. King ha descritto questo libro come quello che ha scritto per renderlo felice durante i primi giorni della pandemia. Anche questo è un lato che mi ha incuriosito e spinto a leggere questo romanzo e sono felice di averlo fatto, penso o meglio sono CERTO che questo libro renderà felice anche te. “Fairy Tale” offre in un modo che non mi sarei mai aspettato. La costruzione del mondo è fatta magistralmente e i personaggi rimarranno con me per sempre. Prima di tutto, Radar, l’amato cane di Mr. Bowditch e alla fine di Charlie, si è subito fatto strada nel mio cuore e ha rivelato il suo amore e la sua lealtà nel corso della storia. Charlie è un giovane, saggio e maturo nonostante la sua giovane età, che diventa un eroe in modi che non avrebbe mai immaginato fossero possibili. Mescolato con le grandi fiabe della nostra infanzia, “Fairy Tale” è un libro da leggere questo autunno assolutamente geniale.

Ringrazio come sempre Sperling & Kupfer per avermi dato la possibilità di leggere questo delizioso romanzo in anteprima MONDIALE. L’edizione è davvero molto particolare, editing e dettagli curati e studiati alla perfezione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: